Permalink

0

Origine tarocchi, storia mito e leggenda

Tarocchi origine e diffusione

Le origini dei Tarocchi sono circondate da miti e leggende. È difficile sapere con certezza quale sia la verità. Si pensava che i Tarocchi provenissero da posti esotico come l’India, l’Egitto, la Cina ed il Marocco. Altri dicono che i tarocchi siano stati introdotti dai sufi o dai cabalisti ebrei. Altri ancora sostengono che l’origine del tarocco fosse legata con la figura biblica di Mosè. Nella biblioteca di Alessandria, in Egitto, c’erano i rotoli basati sul Libro di Thoth, un antico libro proveniente dalle scuole di mistero egiziane. Una teoria è che le illustrazioni sulle carte dei Tarocchi altro non siano che insegnamenti segreti del Libro di Thoth cammuffati nelle immagini innocenti.

Sembra che ovunque ci fosse un passaparola segreta tramandato da un insegnante ad un altro sia in qualche modo collegata con l’origine dei tarocchi. Un grande gruppo di pensiero riteneva che fossero gli zingari a portare i tarocchi in Europa, mentre la parola zingara altro non fosse che una versione corrotta dell’egiziano. Ciò è altamente improbabile, dal momento che le prove indicano che gli zingari non utilizzarono i Tarocchi fino al 20 ° secolo. Prima di allora, la chiromanzia era il loro metodo preferito di predire il futuro.

L’evidenza storica dietro le origini dei tarocchi

Sembra che l’unica prova certa sulle origini dei Tarocchi si possa trovare nelle carte che sono state fatte in Italia, intorno al 1420. Il simbolismo dei trionfi si può trovare nell’arte europea del tempo, con alcuni disegni che assomigliano molto ai simboli rappresentate sulle carte dei Tarocchi.

Origine tarocchi

La storia ci dice che uno studioso di nome Marziano da Tortona, che era segretario del Duca di Milano, abbia potuto inventare il mazzo dei Tarocchi. Marziano era uno studioso e un astrologo esperto.  Il giovane duca, Filippo Maria Visconti incaricò Marziano di creare un gioco, usando un mazzo che sostituisse i comuni semi di spade, denari, bastoni e coppe. Il duca voleva che il nuovo mazzo avesse carte che rappresentassero la virtù, la ricchezza, i piaceri e la purezza. Marziano realizzò il mazzo di carte che Visconti voleva. Ha scritto inoltre un libro di istruzioni per l’utilizzo del mazzo di carte. Esso è esposto nella biblioteca nazionale di Parigi. Nel libro, non ci sono significati divini per le carte, ma nessuna vera regola per un gioco di carte. Il libro si concentra sul significato simbolico delle immagini e sui diversi ranghi dei personaggi raffigurati. Michelino da Besozzo è l’artista italiano a cui si deve la realizzazione dei simboli rappresentati sui tarocchi.

È plausibile che le origini dei Tarocchi siano il curioso gioco di carte inventato da Marziano da Torona? Se è così, perché il libro che ha accompagnato il mazzo non fa riferimento alla divinazione delle carte?

Il mistero sulle origini dei tarocchi continua

Da dove deriva la parola Tarocchi? È stata spessa attribuita ad una parola ebraica, latina o egiziana. La parola Tarocchi è davvero un anagramma, che una volta risolto spiega il mistero delle carte? Ancora una volta, la prova storica delle origini della parola indica dove sono apparse le carte – in Italia. Le carte erano chiamate Carte da trionfi, che in italiano sta per “carte dei trionfi”. Successivamente, è stato introdotto un nuovo gioco di carte, chiamato Trumps or Triumphs. Dato che era giocato con carte diverse, l’originale Carte da trionfi divenne tarocco. In francese erano chiamati tarocchi.

A cosa servono queste carte che sono avvolte in misteriosi inizi? Sono buoni o cattivi? I tarocchi sono fondamentalmente un insieme di simboli, che sono stampati su un mazzo di 78 carte. Le normali carte da gioco hanno cuori, fiori, spade e diamanti come semi. Le carte dei tarocchi hanno semi diversi, con significati. Le bacchette (conosciute anche come doghe o bastoncelli) indicano creatività ed energia. Ci sono le tazze (o le navi), relative alle emozioni e agli amici; Le spade coprono l’area di sfida e pensiero; i pentacoli (monete o dischi) riguardano il denaro e la sicurezza. Le carte sono posizionate in un particolare schema. Un lettore di tarocchi usa le carte come un oracolo in grado di rispondere a domande del passato, del presente o del futuro.

tarocchi

tarocchi

La filosofia alla base dei Tarocchi è che il futuro è soggetto a cambiamenti. Se ti viene dato abbastanza preavviso, puoi evitare l’evento di cui sei stato avvisato. I Tarocchi ti fanno pensare, ti fanno prendere delle decisioni che potresti non aver considerato. Quando fai una domanda ai Tarocchi relativa al futuro, ti verrà mostrato cosa accadrà se non cambierai nulla. Molti considerano le carte dei Tarocchi più una guida alla consulenza che uno strumento divinatorio. Le letture dei tarocchi possono fornire sprazzi di ispirazione dove altrimenti i problemi che la persona potrebbe affrontare potrebbero sembrare insormontabili.

Le carte che vengono usate oggi, in tutto il mondo, provengono dal mazzo Marziano da Tortona creato nel 1400? La ragione per cui le origini dei Tarocchi sono così avvolte nel mistero a causa di Anima Mundi? L’Anima Mundi o anima del mondo è vista come la forza vitale che presiede alla crescita e alla continuità di tutti gli esseri viventi. Come una biblioteca universale, contiene le memorie e la saggezza di tutta la razza umana dal passato, dal presente e dal futuro. Può essere convocato con un pensiero profondo. Immagina tutte le figure di base che si possono trovare in tutte le religioni, i miti, le leggende ed il folklore popolare.

tarocchi imperatrice

tarocchi imperatrice

Quando combinata, questa ricchezza di conoscenza è una fonte di energia. Per capirne di più si può guardare la carta dell’Imperatrice dei Tarocchi. Essa rappresenta l’essenza stessa della femminilità lei è la grande Dea madre del mondo. Rappresenta “l’eterno femminilità”, nel mito e nella psicologia. Lavorare con le immagini dei Tarocchi in qualche modo permette al nostro inconscio di connettersi con quella collettività umana? I Tarocchi diventano un oblò per il deposito di risposte a qualsiasi domanda che qualcuno di noi abbia mai avuto? Forse è a causa della mistica Anima Mundi che non possiamo individuare con certezza l’origine dei Tarocchi.

Potremmo non conoscere mai veramente la vera storia o le origini dei Tarocchi. Tuttavia, continuiamo ad essere attratti dalla saggezza, dai simboli e dalla storia dei Tarocchi.

Lascia un commento

Required fields are marked *.